Star Wars Carmine Di Giandomenico

Star Wars: perché Di Giandomenico ha bocciato e poi elogiato Episodio IX

L'Ascesa di Skywalker - Episodio 9 Star Wars Analisi Star Wars Notizie

Star Wars. Carmine Di Giandomenico è un artista italiano, fumettista (disegnatore e sceneggiatore), che ha lavorato anche per Marvel Comics e DC Comics, realizzando opere di assoluto valore, che i lettori di tutto il mondo ricordano con particolare affetto. Possiamo dire che Carmine è un fan di Star Wars, perché ne parla con passione e attenzione e abbiamo scoperto che ha già visto ben due volte Episodio IX – L’Ascesa di Skywalker.

All’uscita dal cinema il suo primo parere è stato assolutamente negativo. In maniera “spietata” ha scritto sul suo profilo Facebook “per me è no.” ed ha pubblicato una illustrazione per spiegare il suo disappunto totale.

Star Wars Carmine Di Giandomenico

Dunque, ci troviamo di fronte ad una delusione così netta, che la reazione è stata espressa con poche parole e con uno sfogo violento (da un punto di vista artistico) che coinvolge persino George Lucas. La valutazione dopo la prima visione del film è chiara: bocciatura da ogni punto di vista.

Nonostante un sentimento così negativo, Carmine è tornato in sala, per dare alla figlia di 9 l’opportunità di vivere questa esperienza. Dopo la seconda visione, si è fiondato nuovamente su Facebook per spiegare perché ha rivalutato il film, vissuto questa volta attraverso le forti emozioni della sua bambina.

Ecco cosa ha scritto l’artista, ribaltando completamente quella bocciatura netta:

“Post di riflessione e ripensamento. Forse smielato e forse anche di parte. “Forse” lo toglierei.
Star Wars
Seconda visione con mia figlia 9anni.
L’ho vista emozionarsi spaventarsi e innamorarsi mentre il film scorreva.. E lì che ho capito che nella prima visione dello stesso… Non ho lasciato gli occhi liberi dalle giornate dagli impegni ed altro. Non ho lasciato libero lo spazio per emozionarmi. Per restare in tema… Ero in modalità lato oscuro.
E stasera… Con Elena che mi stringeva il braccio o gli si sgranavano occhi. O stringerli chiusi… per la paura dell’imperatore. Ho visto un altro film. Lo Star Wars della nuova generazione. Dei loro codici. Del loro linguaggio veloce.
Ho visto. Un’ altro film è mi sono emozionato attraverso Elena. Come se mi avesse trasmesso la forza. La forza di riaprire gli occhi e lasciarli a catturare ogni istante emotivo. Come se fosse Il primo Star Wars.
Sono tornato anch’io per un po’ ai miei 9anni.
Quindi si ritratto e forse… No togliamolo forse. Per posizione di parte di un padre che torna a sognare grazie agli occhi del figlio. Delle volte seguiamo schemi o dighe erette da noi stessi e che cerchiamo di insegnarli ai nostri piccoli. Ma delle volte. Loro hanno da insegnarci di più di quanto immaginiamo.
Credere che nulla é impossibile. Come spostare astronavi con lo spirito della forza.
Ho criticato un film restando legato al mio Star Wars. Stasera ho visto un nuovo Star Wars. Quello della generazione futura.
Hanno vinto ed io non me ne ero reso conto perché distratto dal me quotidiano.
Ecco… È così.
Scusate la glassa mielosa di un piccolo umano.
W new Star Wars.”

E’ interessante vedere come lo stesso prodotto può ottenere due valutazioni così estreme da una stessa persona. Perché ha valore sia il suo status di delusione, sia il secondo in cui ha ammesso di aver provato grande entusiasmo facendosi coinvolgere dalle emozioni della piccola.