Star Wars Jedi Grigi Lucasfilm Matt Martin Pablo Hidalgo George Lucas Erratic Aperture

Jedi Grigi: cosa ne pensa Lucasfilm e perché non esistono nel canone

Lucasfilm Star Wars Curiosità Star Wars Notizie Star Wars Video

Jedi Grigi. Un termine che in Lucasfilm sembrano pronunciare a fatica. Più volte i componenti di Lucasfilm hanno tentato di far capire, attraverso messaggi sui social network, di non apprezzare la figura dello “Jedi Grigio”, suggerendo che George Lucas stesso non l’approverebbe.

Una delle spiegazioni più chiare è arrivata da Matt Martin, il quale tempo fa ha condiviso su Twitter un video con la storica lezione sulla Forza fatta da George Lucas ai suoi “eredi artistici”.

Facendo riferimento proprio alle argomentazioni di Lucas, Matt Martin ha spiegato che difficilmente può essere presa in considerazione l’esistenza di Jedi Grigio (inteso come Jedi che usa i poteri del Lato Oscuro e della Luce):

(P.S. this is why I don’t believe a “gray Jedi” could be a thing.)

Per spiegare perché il grigio è una cosa difficile da applicare in Star Wars, ha poi ricordato ciò che Lucas pensa del Lato Oscuro:

“I’m sure a story could be contrived to make it work but the fact is that George says the dark side corrupts, the idea that someone could exist in that middle for a prolonged period of time without being corrupted and having the scales tipped seems unlikely.”

Dunque, secondo Martin, l’idea di grigio andrebbe in contrasto con una delle regole base della saga: per George Lucas il Lato Oscuro corrompe e dunque sembra improbabile l’idea che possa esistere qualcuno in grado di stare nel mezzo per un periodo di tempo prolungato. Questo perché finirebbe presto dominato dal Lato Oscuro e stravolto dentro.

Inoltre, in Lucasfilm rigettano la tendenza ad identificare Qui-Gon Jinn come Jedi Grigio. Matt Martin spiega così i perché:

“Yeah. Qui-Gon clearly didn’t subscribe to all of the Jedi dogmas and rules but it’d be hard to argue that he wasn’t squarely in the light.”

Qui-Gon era in contrasto con le regole dell’Ordine Jedi, ma per restare sempre nella Luce. Quindi, non si può accostare a Qui-Gon la definizione di “Jedi che usa i poteri del Lato Oscuro e della Luce”.

Passando a Pablo Hidalgo, per spiegare l’impossibilità dell’esistenza dei grigi, è stato anche più rude. Per diverso tempo ha ricordato ai fan che “non sono ufficiali”. Poi è stato più chiaro in un tweet, dicendo di non capire proprio l’idea del jedi grigio, perché o si è Jedi o non lo si è. Per lui non può esistere “un vegetariano grigio che mangia anche carne”:

“I don’t get the ‘gray Jedi’ thing. You’re either a Jedi or you’re not. It’s like being a ‘gray vegetarian’ who eats meat.”

Inoltre ha aggiunto che in Star Wars chi usa il Lato Oscuro è una figura negativa, perché usare quel Lato della Forza ha un costo, che rende il soggetto un pessimo elemento.

“Biggest gripe about the Gray Jedi trope. The dark side comes at a cost. That cost has to be more than “It makes me a total bad-ass.”

Il Bendu è grigio?

Matt Martin ha parlato anche della figura del Bendu vista in Star Wars Rebels, che usa entrambi i lati della Forza. L’ha descritta come una entità mistica, non un normale essere vivente che può essere corrotto.

“He’s some other sort of mystical entity. He’s not a regular living being that can be corrupted.”

Quindi non deve essere presa come riferimento per giustificare il “grigio”.

Illustrazione by ErraticAperture