Star Wars Qui-Gon Jinn Conte Dooku Nemici(1)

Star Wars: la reazione del Conte Dooku alla morte di Qui-Gon Jinn

Star Wars Curiosità Star Wars Notizie Star Wars Volumi

Star Wars. Il volume a fumetti L’Età della Repubblica – Nemici, pubblicato da Panini Comics, ha svelato diversi episodi inediti relativi a svariati personaggi della Trilogia Prequel di Star Wars. Una delle storie al suo interno, intitolata Il Costo, ha come protagonista il Conte Dooku.

Nell’introduzione al racconto leggiamo: “Il Conte Dooku era uno dei più saggi e ammirati Jedi della Galassia. Ma durante i suoi molti anni di servizio rimase disgustato dalla corruzione dilagante che avvelenava la Repubblica. Disilluso dalla filosofia dogmatica e arcaica degli Jedi, lasciò l’Ordine per seguire un nuovo sentiero nella speranza di salvare la Galassia da se stessa. Il sentiero di Darth Sidious e gli odiati nemici degli Jedi, i malvagi Sith”.

In una delle sue prime missioni “in incognito”, Dooku si incontra casualmente con un giovane Jedi chiamato Jak’zin, che non può conoscere la “deriva Sith” del Conte.

Durante una conversazione tra i due, Dooku esprime le sue emozioni per la morte di Qui-Gon Jinn, suo ex apprendista. Una dichiarazione sincera o costruita per conquistare la fiducia del giovane Jedi che si è messo sulla sua strada? Non lo sapremo mai. Ecco le sue parole:

“Porta pazienza, sono un vecchio sentimentale. Prima hai detto che conoscevi il mio apprendista, il maestro Qui-Gon Jinn… un grande amico… Quando mi è giunta la notizia della sua morte non ho potuto fare a meno di chiedermi… se fossi rimasto nell’Ordine, forse sarebbe ancora vivo? … Forse la presenza del suo maestro sarebbe stata sufficiente…”