Star Wars Kylo Ren Ben Solo Maschera Elmo Ricostruito

Star Wars. Kylo Ren e l’importanza della ricostruzione dell’elmo distrutto

A Star Wars Top Kylo Ren Star Wars Analisi Star Wars Notizie

Star Wars. Oggi affrontiamo la questione “elmo di Kylo Ren”. Il nuovo Leader Supremo in Episodio IX – L’Ascesa di Skywalker avrà ancora una volta la sua maschera. L’aveva fatta a pezzi, con ira, durante gli eventi di Episodio VIII – Gli Ultimi Jedi. Nel finale di quel film è accaduto qualcosa che lo porterà a recuperarla.

L’ottavo capitolo della saga si è chiuso con il giovane Kylo Ren che getta giù dal trono il vecchio maestro Snoke, per prenderne il posto. Lo sostituisce come probabilmente aveva pianificato da tempo. Torniamo un attimo indietro…

star wars snoke morto gli ultimi jedi episodio 8 VIII

Ben Solo da giovanissimo aveva iniziato ad essere ossessionato dalla figura di suo nonno Darth Vader. Cosa che lo ha portato a ripercorre le terribili gesta. Snoke – come è stato chiarito dai romanzi canonici – aveva bisogno del ragazzo, per colpire al cuore il Jedi Luke Skywalker. Così lo ha plagiato, lo ha reso forte, gli ha dato gli strumenti per realizzare il suo sogno, potenziandolo ed inserendolo ai vertici del Primo Ordine. Di certo lo ha sottovalutato, perché anche Kylo Ren aveva bisogno di “sfruttare” il sapere di un potente conoscitore della Forza.

In realtà il vecchio Leader Supremo era un tramite per realizzare i suoi piani ambiziosi, ma anche un grosso impedimento. Ben Solo lo ha sempre saputo e per questo lo ha usato per rafforzare il proprio legame con il Lato Oscuro, nell’attesa di essere pronto per ingannarlo. Lo abbiamo capito chiaramente leggendo del suo addestramento su Dagobah, dove il ragazzo aveva capito tutto il suo potenziale, ma soprattutto aveva intuito di essere in grado di nascondere a Snoke i suoi pensieri, le sue reali intenzioni. Una grossa carta a suo favore, che ha utilizzato nel momento più propizio: la Nuova Repubblica sottomessa, la Resistenza di Leia Organa ridotta a pochissimi combattenti, disperati e in fuga.

Star Wars Kylo Ren Dagobah

Snoke considerava una pagliacciata questo tentativo di Ben Solo di mostrarsi come un nuovo Darth Vader. Più volte lo ha umiliato nei momenti di collera, ferendolo e schernendolo. Cosa che ha portato il ragazzo a reagire con uno sfogo quasi isterico, tipico di un adolescente turbato, senza controllo. Abbiamo visto Kylo Ren distruggere l’elmo, con violenza estrema, a dimostrazione di un odio covato all’interno, forse verso Snoke stesso, forse verso se stesso che si vedeva soffocato da questa figura imponente, che non assecondava il suo sogno.

Star Wars proprio in questi istanti conosce una svolta importante: Ben Solo si ribella a tutto il sistema e non accetta più una guida. Tutti vorrebbero plagiarlo, spingerlo verso direzioni che non accetta. Non si sente un padawan Jedi, non si sente il cane di un maestro del Lato Oscuro. Spezza così le catene con il passato, dicendo basta a Luke Skywalker ed allo stesso Snoke, battezzandosi nuovo Leader Supremo.

In Episodio IX lo vedremo solo al comando del Primo Ordine, pronto a schiacciare la Galassia. Nemmeno Darth Vader era riuscito a tanto, rimanendo sottomesso a Darth Sidious (fino all’abbandono del Lato Oscuro per amore). Essendosi il piano di Ben Solo realizzato, oggi può essere finalmente se stesso e controllare la Galassia come se fosse un nuovo Darth Vader.

“Mostrami di nuovo il potere dell’oscurità, e non permetterò che niente ci ostacoli. Mostramelo, nonno, e finirò ciò che hai iniziato”

Kylo Ren
Star Wars Kylo Ren Darth VaderAge of Resistance Marvel Comics Panini

L’elmo ritorna sulla sua testa, perché è un elemento che “lui” ha preteso sin dall’inizio e che può sfoggiare ormai senza impedimenti, ostacoli, imposizioni o umiliazioni. Lo vedremo indossare il suo casco oscuro, ricostruito pezzo per pezzo. E’ la rappresentazione della sua stessa anima devastata, che affonda nell’oscurità nonostante il richiamo della Luce: rimane uno Skywalker, erede di un essere speciale, creato dalla Forza per ristabilire l’Equilibrio nella Galassia.