Star Wars Han Solo Leia Organa Genitori Ben

Star Wars: il commovente dialogo tra Han e Leia sull’essere genitori

Star Wars Curiosità Star Wars Notizie

Star Wars. Il romanzo Last Shot, scritto da Daniel José Older, pubblicato in Italia da Mondadori, ci regala un momento molto intenso che coinvolge i neo genitori Han Solo e Leia Organa.

Gran parte della storia è ambientata dopo la caduta dell’Impero, dopo la Battaglia di Jakku, quando ormai Ben Solo è già nato. Il bambino non solo rappresenta un motivo di grande gioia per la coppia, ma anche di responsabilità. Una “canaglia” come Han Solo, abituato ad una vita spericolata, senza troppi legami, non si sente affatto il padre ideale. Anzi ha il timore che i suoi difetti caratteriali (incapacità e impreparazione ad essere padre) possano, in qualche modo, danneggiare il piccolo Ben.

Per fortuna, ad un certo punto, interviene in suo supporto la moglie Leia Organa, con un discorso maturo e incoraggiante, che potete leggere qui di seguito…

Star Wars – Han e Leia a confronto sull’essere genitori

“Non so come fare il padre, so a malapena come fare il marito. Sono solo… sono abituato a cose a cui posso semplicemente…”

Leia inarcò un sopracciglio. “Sparare?”

Han alzò le braccia al cielo e si arrese. “Qualcosa del genere.”

Gli occhi di Leia diventarono severi; Han si prese la faccia tra le mani e scosse la testa, pronto ad essere messo al tappeto. “Han, ci si prova. Nessuno sa davvero fare il genitore prima di diventarlo. Ma ci si prova. E poi si sbaglia, e poi si capisce quale potrebbe essere un modo migliore. E’ così che funziona. Non c’è un unico modo per fare le cose.”

Han alzò lo sguardo.

“E comunque sei veramente tremendo con le parole, Han…”

“Ehi, grazie.”

“Lo sapevi già. Ma ci si prova, vecchio testone. Non ci si arrende. Si inventano le soluzioni. E, sì, qualche volta bisogna allontanarsi per trovarle, e questo, entro certi limiti, va bene.”

“Ah sì?”

“Entro certi limiti!” sbottò Leia. “Ma, certo, non credi che qualche volta vorrei anch’io staccarmi un po’ da te? E poi a volte sarà io che me ne dovrò andare di corsa, e tu dovrai stare con Ben tutto il giorno. Capito?”

Han annuì.

“E qualche volta” le brillò negli occhi quel luccichio malizioso ce ne andremo via insieme, come facevamo un tempo, e lasceremo Ben con una babysitter.”

“Ah… magari questa volta non con il droide culinario, per favore.”

Han sorrise e si sentì come se qualcuno avesse finalmente aperto una vecchia finestra polverosa dentro di lui e avesse lasciato entrare la luce del sole.

“Adesso vieni a casa, vecchio scioccone. Mi manchi.”

"Han Solo sarebbe rimasto vivo per Ben. Ben aveva bisogno di lui". Dal libro Last Shot

Pubblicato da Star Wars News Italia su Mercoledì 4 settembre 2019